Lascia che ti racconti la mia storia e capirai il perché dell'accudimento naturale.

Molti cani, pur avendo imparato ad accettare ambienti urbani più caotici, non riescono ancora a rilassarsi completamente nelle passeggiate cittadine. L'idea di garantire loro la passeggiata in ambiente rurale si è formata nel corso degli anni di lavoro, lavorando proprio con molti di questi cani. 
Ma iniziò a prendere forma più di 10 anni fa, quando entrò a far parte della nostra famiglia Sheena. Avevamo sempre avuto cani, ma lei fù quel cane che, come capita a molti di noi, arriva e ti stravolge la vita.

Adottammo Sheena al rifugio Fidoamico. Era una ex randagia, presumibilmente figlia di cani di strada, ed era stata portata in Italia dalla Romania attraverso l'assocazione Save the dogs. Inizialmente non fu facile per noi, complice anche la nostra inesperienza con cani più difficili, aiutarla ad affrontare tutte quelle situazioni che per lei erano un problema. E queste situazioni erano davvero tante. A farla scattare bastava un bambino, un anziano in lontananza, un sacchetto di plastica svolazzante, un campanello di una bicicletta. Così io e Sheena ci recammo in un centro cinofilo dove iniziammo un percorso che ci permise di conoscerci meglio. Io imparai ad aiutarla, a tutelarla e a spronarla, e lei imparò che non tutto il mondo è così brutto e cattivo come le sembrava, ma anzi che poteva essere affrontato insieme e che le opportunità di crescita erano tante.

Nel corso degli anni abbiamo poi frequentato altri centri cinofili, che ci hanno permesso di crescere ulteriormente e ora Sheena riesce ad affrontare anche le situazioni più caotiche... quando necessario! Sì, perché un conto è riuscire ad accettare senza timore determinate situazioni, un conto è farsele piacere veramente! Ancora adesso lei si sente completamente a suo agio solo in aree rurali, e noi continuiamo a garantire sia a lei sia a Naily e a Bartolino, gli altri due membri a 4 zampe della nostra famiglia, passeggiate in ambienti naturali. 

Nel corso del mio lavoro ho notato come anche cani di altre famiglie mostravano questi problemi e questa necessità. Il mio stesso lavoro si è di conosceguenza adattato a loro e allo stesso tempo anche al mio modo di essere. Inoltre, a beneficiare enormemente di queste passeggiate naturali ci sono anche cani che non avrebbero comunque nessun problema ad affrontare ambienti caotici, come ad esempio Lulla (distesa vicino a Bartolino) e Olga:

Se hai letto tutta la storia del perché ho intrapreso questa strada è perché probabilmente ti sei rispecchiato un po' in quello che è stato il mio percorso con Sheena. Perché anche tu senti di dover garantire al tuo cane la serenità che si merità. Non hai bisogno di un dog sitter qualunque, altrimenti avresti smesso di leggere parecchie righe fa. E io non sono una dog sitter per tutti, vedo il mio lavoro come una missione: la serenità dei cani che mi vengono affidati. E per fare questo è necessario anche un feeling naturale anche con i loro umani.

Se ti senti in affinità con il mio approccio, contattarmi per un incontro conoscitivo.

Contattami

Se senti di dovermi conoscere meglio, ti lascio qua sotto alcuni link:

pagina facebook Il mio curriculum canale telegram articoli