TANC (CANT): che cos’è, in cosa consiste e perché è opportuno tenerlo in grande considerazione

Il TANC (per esteso test attitudini naturali per cani conduttori) è riservato alle razze da pastore conduttori del bestiame, esclusi border collie, di minimo 6 mesi d’età e su soggetti in cui vi sia l’assenza di un addestramento preciso.
Questo test ha la funzione di evidenziare le qualità naturali del soggetto e le sue attitudini al lavoro.
E’ suddiviso in due parti: la prima riguarda le doti caratteriali del soggetto e la seconda la sua attitudine alla conduzione del bestiame.
Per spiegare più chiaramente le due sezioni vi inserisco la scheda della prova affrontata ormai qualche anno fa da Naily.

 

Come potete vedere, nella prima parte la valutazione riguarda l’atteggiamento nei confronti di altre persone, nei confronti di altri cani e nei confronti di oggetti particolari. Viene poi valutata una piccola condottina al guinzaglio, il movimento, un piccolo salto ed infine il richiamo.
La seconda parte prende invece in considerazioni le attitudini naturali vere e proprie del cane da pastore, primo fra tutti l’interesse verso il gregge.
Qui potrete leggere il regolamento completo.
Vorrei fare ora una piccola considerazione su questo particolare test.
Viviamo nel 2018 ed è evidente che ormai quasi nessuno ha a casa propria del bestiame da governare. Ma mi sembra giusto far notare che congiuntamente all’attitudine del cane da pastore di condurre le pecore, essa porta con sé anche tutta una serie di caratteristiche caratteriali che contraddistinguono quella determinata razza.
Il forte desiderio di collaborare con il proprio compagno umano è una di queste caratteristiche, e può essere ampiamente avvalere anche ai giorni nostri.
Questo è il vero motivo per cui credo profondamente che le attitudini di queste razze debbano essere salvaguardate e auspico che si continui a ricercare per gli accoppiamenti soggetti che ne siano in possesso.
Rifiutarsi di ricercare queste particolari doti, prendendo in considerazione esclusivamente i titoli di bellezza vinti da un determinato soggetto può significare non tenere in considerazione a 360° tutti gli aspetti di quella data razza. Il cliente, quando si rivolge all’allevatore, si spera sia interessato anche al carattere della razza che sta per acquistare, e l’unico modo che abbiamo per fornirgli garanzia di quello che sta cercando è quello di effettuare i test caratteriali sui genitori del cucciolo.
E’ opportuno quindi tenere in grande considerazione il TANC e utilizzarlo nella selezione dei cani da conduzione, per continuare a mantenere vive quelle doti che li hanno resi tanto preziosi nei secoli scorsi e che ancora oggi ne fanno dei meravigliosi compagni di vita e soprattutto degli importanti ausiliari.